PIANO 2018 UE

Economia circolare

Attuazione del piano d’azione per l’economia circolare

 

Pacchetto Economico Circolare 2018

Come parte del suo continuo sforzo per trasformare l’economia europea in una più sostenibile e per attuare l’ambizioso piano d’azione per l’economia circolare, nel gennaio 2018 la Commissione europea ha adottato una nuova serie di misure, tra cui:

Pacchetto Economia Circolare 2018 – DOCUMENTI CHIAVE:

Strategia dell’UE per le materie plastiche nell’economia circolare – comunicazione
Strategia dell’UE per le materie plastiche nell’economia circolare – documento di lavoro del personale
Strategia dell’UE per le materie plastiche nell’economia circolare – brochure
Strategia per la plastica: comunicato stampa e domande e risposte
Schede informative sulla strategia per la plastica in un’economia circolare
Scheda informativa: modifica del modo in cui usiamo la plastica
Comunicazione sull’interfaccia tra prodotti chimici, prodotti e legislazione sui rifiutidocumento di lavoro del personale e scheda informativa
Quadro di controllo per l’economia circolare documento di lavoro del personale scheda informativa e strumento quadro di monitoraggio di Eurostat
Proposta sugli impianti di ricezione portuale : valutazione dell’impatto e sintesi della valutazione dell’impatto
Rapporto sulle materie prime critiche
Relazione su oxo-plastics
Eurobarometro: PMI e economia circolare

 

2018 Conferenza delle parti interessate in materia di economia circolare

Due anni dopo l’adozione del piano d’azione per l’economia circolare dell’UE, oltre la metà delle iniziative previste nel piano sono state consegnate. Per discutere le misure incluse nel pacchetto sull’economia circolare del 2018, esplorare nuove aree di azione e condividere i primi risultati della piattaforma europea delle parti interessate delle economie circolari, la Commissione e il Comitato economico e sociale europeo ospiteranno l’ edizione 2018 dello Stakeholder dell’economia circolare Conferenza del 20-21 febbraio a Bruxelles .

Puoi trovare ulteriori informazioni sulla piattaforma delle parti interessate delle economie circolari  

Piattaforma delle parti interessate per l’economia circolare

La piattaforma europea delle parti interessate delle economie circolari è uno spazio aperto virtuale che mira a promuovere la transizione dell’Europa verso un’economia circolare, facilitando il dialogo politico tra le parti interessate e diffondendo attività, informazioni e buone pratiche sull’economia circolare. Le parti interessate possono prendere parte alla piattaforma partecipando alla conferenza annuale e interagendo sul sito Web per cercare buone pratiche, per interagire con altre parti interessate e condividere le proprie buone pratiche e gli eventi.

I membri del gruppo di coordinamento contribuiscono a raccogliere le migliori pratiche in materia di economia circolare, a sensibilizzare sulle strategie nazionali, regionali o locali esistenti, per individuare le sfide e le opportunità per la transizione verso un’economia circolare tra decisori politici, imprese, sindacati, società civile , ecc. Elenco delle organizzazioni – membri del gruppo di coordinamento :.

Ulteriori informazioni: http://circulareconomy.europa.eu/platform/

Piano d’azione dell’UE per l’economia circolare

La Commissione europea ha adottato un pacchetto ambizioso sull’economia circolare, che comprende misure che contribuiranno a stimolare la transizione dell’Europa verso un’economia circolare, a promuovere la competitività globale, promuovere una crescita economica sostenibile e generare nuovi posti di lavoro.

Il pacchetto sull’economia circolare consiste in un piano d’azione dell’UE per l’economia circolare che istituisce un programma d’azione concreto e ambizioso, con misure che coprono l’intero ciclo: dalla produzione e consumo alla gestione dei rifiuti e al mercato delle materie prime secondarie e un preambolo legislativo riveduto sui rifiuti L’ allegato al piano d’azione stabilisce il calendario in cui le azioni saranno completate.

Le azioni proposte contribuiranno a “chiudere il ciclo” dei cicli di vita dei prodotti attraverso un maggiore riciclaggio e riutilizzo e apportano benefici sia per l’ambiente che per l’economia .

Le proposte legislative rivedute sui rifiuti stabiliscono obiettivi chiari per la riduzione dei rifiuti e stabiliscono un percorso ambizioso e credibile a lungo termine per la gestione e il riciclaggio dei rifiuti. Gli elementi chiave della proposta di rifiuti rivista comprendono:

  • Un obiettivo comune dell’UE per il riciclaggio del 65% dei rifiuti urbani entro il 2030;
  • Un obiettivo comune dell’UE per il riciclaggio del 75% dei rifiuti di imballaggio entro il 2030;
  • Un obiettivo vincolante di discarica per ridurre le discariche fino al 10% dei rifiuti urbani entro il 2030;
  • Un divieto di collocazione in discarica di rifiuti raccolti separatamente;
  • Promozione di strumenti economici per scoraggiare il collocamento in discarica;
  • Definizioni semplificate e migliorate e metodi di calcolo armonizzati per le percentuali di riciclaggio in tutta l’UE;
  • Misure concrete per promuovere il riutilizzo e stimolare la simbiosi industriale – trasformare il sottoprodotto di un settore in materia prima di un’altra industria;
  • Incentivi economici per i produttori di immettere sul mercato prodotti più ecologici e sostenere regimi di recupero e riciclaggio (ad esempio per imballaggi, batterie, apparecchiature elettriche ed elettroniche, veicoli).

Sono state adottate le seguenti proposte legislative sui rifiuti :

Maggiori informazioni:

Pacchetto Economia circolare: Comunicato stampa e domande e risposte
Factsheet : Chiusura del ciclo: aiutare i consumatori a scegliere prodotti e servizi sostenibili
Factsheet : Chiusura del ciclo: la fase di produzione dell’economia circolare
Factsheet : chiudere il ciclo: obiettivi chiari e strumenti per una migliore gestione dei rifiuti
Factsheet : Chiusura del ciclo: dai rifiuti alle risorse

 

Ulteriori letture:

Parlamento europeo, Trasformare i rifiuti in risorsa – Verso una “economia circolare” , briefing del servizio di ricerca parlamentare europeo (EPRS), 2016
Parlamento europeo, chiusura del ciclo: nuovo pacchetto sull’economia circolare , briefing EPRS, gennaio 2016
Agenzia europea dell’ambiente, economia circolare in Europa: sviluppo della base di conoscenze , relazione, gennaio 2016
Parlamento europeo, Comprensione dei flussi di rifiuti: trattamento dei rifiuti specifici , Servizio di ricerca parlamentare europeo, luglio 2015
Parlamento europeo, Capire la gestione dei rifiuti: sfide e opportunità politiche , Servizio di ricerca parlamentare europeo, giugno 2015

FONTE: https://ec.europa.eu/

www.economia-circolare.info

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: