COFFEE-PELLET: ricicla i fondi del caffè in pellet per caldaie

L’obiettivo del progetto è semplice: trasformare i fondi di caffè in pellet per stufe e caminetti a legna. 

Vengono prodotti in Spagna dalla Biopar Navarra SL azienda produttrice di biomassa.

I pellet di caffè hanno un potere calorifico superiore del 20% rispetto ai pellet di legno e creano l’ 1% in meno di ceneri, sono compatibili con tutte le attrezzature che ammettono pellet di legno e hanno un miglior rapporto qualità-prezzo.

Da 100 tonnellate di caffè macinato, è possibile ottenere 80 tonnellate di pellet per il riscaldamento delle case.

ll bilancio di CO2 dei troncheti di caffè è neutro, poiché la loro origine è naturale. La CO2 che espelle quando viene bruciata è la stessa che la pianta ha ottenuto durante la sua crescita.

Sono realizzati solo con fondi di caffè riciclati senza altri tipi di leganti o additivi.

A differenza dei pellet di legno, non è stato necessario tagliare alcun albero, sono realizzati con fondi di caffè riciclati destinati alla discarica.

Grazie ai residui di caffè, oltre a produrre prodotti da biomassa come il pellet si sono avviati nuovi progetti in varie parti d’europa per la produzione di un altro combustibile, il biodiesel. Con una tonnellata di chicchi di caffè, infatti, si ottengono 245 litri di biocarburante.

Questa è l’economia circolare Ridare valore ad uno scarto reinserendolo nel ciclo produttivo.

Info: http://coffeepellet.com/

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: