END OF WASTE: Firmato il Decreto per la gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso

Firmato il 1 Aprile dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa il Decreto End of Waste per la gomma riciclata dei Pneumatici Fuori Uso – PFU.

Accanto alla massima attenzione verso l’emergenza legata al Covid19, prosegue quindi l’impegno del Ministero dell’Ambiente verso i grandi obiettivi di sviluppo, nell’ottica della sostenibilità e dell’economia circolare.

In quest’orizzonte si inquadra la firma odierna del decreto End of Waste sulla gomma vulcanizzata da Pneumatici Fuori Uso (PFU). Un provvedimento che riconosce definitivamente il riciclo degli PFU quale caposaldo dell’economia circolare degli pneumatici in Italia.  

Gli effetti principali del Decreto End-of-Waste per la gomma riciclata saranno quelli di aumentare la quota di PFU destinati al recupero di materia, incrementare la qualità dei materiali riciclati, sostenere sviluppo e investimenti delle aziende della filiera del riciclo dei PFU.

Sono circa 400.000 le tonnellate di PFU che si generano ogni anno nel mercato del ricambio e della demolizione dei veicoli interessate dal decreto, di queste circa 200.000 tonnellate sono raccolte e riciclate ogni anno da Ecopneus, la società consortile senza scopo di lucro tra i responsabili della gestione dei PFU nel mercato del ricambio (la sostituzione dei pneumatici presso i gommisti).

Sono 25 le aziende, con oltre 1.000 addetti, che sul territorio nazionale producono granulo da utilizzare in utili ed eccellenti applicazioni nel settore degli asfalti stradali, dell’impiantistica sportiva, dell’edilizia e dell’arredo urbano da parte di aziende specializzate.

Obiettivo dell’End of Waste appena varato è offrire a questo tessuto industriale un miglior inquadramento delle procedure di riciclo dei PFU,  per favorirne un sempre maggiore utilizzo della gomma vulcanizzata granulare.

Tra le principali novità operative introdotte troviamo l’obbligo per gli impianti di trattamento di dotarsi di un sistema per il lavaggio dei Pneumatici Fuori Uso in ingresso idoneo ad eliminare le impurità superficiali; l’istituzione di campionamenti e analisi sul materiale riciclato in uscita; la certificazione del produttore su ogni lotto di produzione del materiale riciclato, che nel Decreto viene definito non più come gomma riciclata ma “Gomma Vulcanizzata Granulare”.

Il Ministro Costa: “Un elemento di forte stimolo e rilancio per le imprese, nel solco dell’economia circolare”

“Firmato questo decreto lavoro al prossimo – aggiunge il Ministro – quello della carta da macero, che spero di firmare entro la primavera: parliamo di 6 milioni e mezzo di tonnellate su base annua. Subito dopo, ci sarà quello per i rifiuti da costruzione e demolizione, 51 milioni di tonnellate su base annua, circa il 70% dell’end of waste”.

Fonte: minambiente.it

Unisciti a 302 altri iscritti

Prime Video prova da qui i tuoi primi 30 giorni gratuiti

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: