CABRISS: RIUTILIZZO RECUPERO NEL FOTOVOLTAICO.

CABRISS RIUTILIZZO RECUPERO FOTOVOLTAICO

Il progetto CABRISS, finanziato dall’UE, mira a sperimentare un’economia circolare dedicata alla gestione della situazione critica del riciclaggio della notevole quantità di rifiuti fotovoltaici per il fotovoltaico, ma anche per l’industria elettronica e del vetro.

IL PROBEMA

Il fotovoltaico (FV) esiste da oltre 70 anni. Tuttavia, la sua adozione come contributo potenzialmente significativo ai bisogni energetici è cresciuta negli ultimi 10-15 anni.

Dall’inizio di questa tecnologia negli anni ’80, i prodotti fotovoltaici totali in tutta Europa rappresentano circa 8 milioni di tonnellate di rifiuti fotovoltaici futuri.

Sebbene garantiti fino a 25 anni, gli impianti fotovoltaici sono spesso sostituiti prima, al fine di sfruttare i rendimenti più elevati grazie ai nuovi miglioramenti tecnologici riscontrati nei moduli più recenti.

Tale comportamento finisce con una durata media di 17 anni per i moduli fotovoltaici.

CABRISS, mira anche a gestire i rifiuti derivanti dalla rottura dell’installazione e dagli scarti di produzione che creano una percentuale molto elevata di pannelli disattivati ​​e questo continuerà nei prossimi anni man mano che la quantità di capacità installate continuerà ad aumentare.

La materia prima smantellata proveniente dagli scarti di produzione e dai prodotti fuori uso, inserita in un processo di riciclaggio industriale, lascia il posto a una nuova cerchia di vita sul mercato.

Pertanto, i rifiuti fotovoltaici provenienti sia dagli scarti di produzione che dai prodotti fuori uso dovranno idealmente essere smantellati e inseriti in un processo industriale di riciclaggio al fine di consentire il recupero e l’immissione sul mercato di tutte le materie prime.

Secondo gli studi sopra menzionati, un circuito di riciclaggio dei rifiuti fotovoltaici ben consolidato avrebbe un incentivo sia economico che ambientale.


CABRISS Concetto strategico del progetto
Immagine del sito: https://www.sintef.no/en/projects/cabriss-implementation-of-a-circular-economy-based/

CABRISS: RIUTILIZZO RECUPERO NEL FOTOVOLTAICO

Risultati principali: 

SINTEF è una delle maggiori organizzazioni di ricerca indipendenti d’Europa. Ogni anno realizza diverse migliaia di progetti per clienti grandi e piccoli.

  • In SINTEF sono state trattate tre fonti di rifiuti di silicio (Si) : wafer di silicio rotti, celle rotte con rivestimenti antiriflesso e polveri secche di Si kerf.
  • In collaborazione con RHP, SINTEF ha dimostrato che i lingotti – dimensioni fino a 156×156 mm 2 – realizzati con polveri di silicio riciclato mediante pressatura a caldo, possono essere tagliati in wafer di +/- 170 µm attraverso la segatura a filo.
  • Numerosi lingotti di diversi tipi di silicio riciclato sono stati prodotti mediante cristallizzazione convenzionale.
  • In collaborazione con la pirogenesi, gli equivalenti wafer di silicio sono stati elaborati direttamente mediante spruzzatura termica di polveri di silicio su wafer Si di supporto fabbricati presso SINTEF.
  • <17% di efficienza è stata raggiunta nelle celle solari in alluminio-BSF prodotte da SoliTek su wafer multi-c di silicio riciclato prodotti presso SINTEF.

Fonte: https://www.sintef.no/en/projects/cabriss-implementation-of-a-circular-economy-based/ , https://circulareconomy.europa.eu/

Unisciti a 307 altri iscritti

Acquistando questo o altri prodotti da questo link, ci viene riconosciuto un piccolo contributo. GRAZIE PER IL TUO AIUTO AD ECONOMIA-CIRCOLARE.INFO

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: