Portogallo:incentiva ritiro 5 centesimi ogni bottiglia di plastica

I consumatori portoghesi che restituiscono bottiglie di bevande di plastica non riutilizzabili riceveranno il valore stabilito dal governo.

Il governo portoghese ha fissato l’importo da pagare ai consumatori che restituiscono bottiglie di bevande di plastica non riutilizzabili.

Per contenitori fino a mezzo litro, il valore è di 2 centesimi per contenitore. Oltre mezzo litro e meno di due litri, il valore è di 5 centesimi. La ricompensa non può essere in contanti.

Le società di distribuzione dovrebbero adottare meccanismi come buoni sconto per gli acquisti, tra le altre iniziative.

Il ” sistema di incentivazione per la restituzione di contenitori per bevande in plastica non riutilizzabili e il deposito di contenitori per bevande in plastica, vetro, metallo ferroso e alluminio ” è stato creato alla fine del 2018 dal governo – attraverso una modifica del decreto legge n. 152-D / 2017, dell’11 dicembre, sul regime unificato dei flussi di rifiuti specifici-, ma il valore dei premi che dovevano essere concessi ai consumatori non era ancora noto.

Bacche di Goji
Convenzionali – Disponibile in confezione da 150 e da 300 gr
Voto medio su 142 recensioni: Da non perdere
€ 9,45

La legge ora afferma che ogni persona che restituisce una bottiglia di plastica o altri contenitori non riutilizzabili nei supermercati e negli ipermercati deve ricevere un premio, che non può essere in contanti, determina il Ministro dell’Ambiente, João Pedro Matos Fernandes.

” Il premio da assegnare non può essere in contanti e deve essere adottato un meccanismo alternativo per il salvataggio dell’importo da parte del consumatore, ovvero mediante un buono sconto dedotto da acquisti, sconti in negozi, attività o servizi, lotterie o donazioni a istituzioni di solidarietà sociale ” , afferma la legge.

Inoltre, queste cifre possono essere riviste al rialzo ” durante il periodo di funzionamento del sistema di incentivazione, al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi stabiliti nell’ordinanza che lo regola “.

Al momento, questo sistema di incentivazione funzionerà come un progetto pilota e le superfici commerciali sono obbligate a fornire gratuitamente uno spazio per alloggiare le macchine per la raccolta degli imballaggi.

” Fino al 31 dicembre 2019, viene implementato un sistema di incentivi per il consumatore finale, sotto forma di un progetto pilota, per la restituzione di contenitori di plastica non riutilizzabili per bevande, al fine di garantire la loro spedizione per il riciclaggio “, stabilito il governo.

Obbliga anche ” i responsabili dei grandi negozi al dettaglio che vendono bevande confezionate a fare uno spazio per l’installazione delle attrezzature disponibili gratuitamente “.

Lo Stato finanzierà questo sistema attraverso l’Agenzia portoghese dell’ambiente e altre entità collegate ad accordi volontari, ” articolando il suo controllo e monitoraggio con le entità di gestione del sistema integrato per il flusso specifico di imballaggi e rifiuti di imballaggio “.

Un sistema che è stato utilizzato per anni con successo in diversi paesi, ad esempio la Svezia.

Anche l’Italia dovrebbe avviare questi sistemi per il recupero di questi ed altri contenitori?

Sicuramente iI contesto storico fa si che i consumatori italiani siano pronti e coscienti a fare la loro parte, ora abbiamo bisogno che sia lo stato attraverso sistemi di incentivazioni a guidarli nella direzione giusta.

E’ arrivato il momento che venga adottata una politica che va a premiare il consumatore, nella speranza che porti risultati importanti.

Go Juvo + Shaker
Integratore alimentare vitaminico minerale

Voto medio su 23 recensioni: Da non perdere


Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: