BUONE PRATICHE DA IMITARE: PARTNERSHIP PER RECUPERARE FARMACI VALIDI

BANCO FARMACEUTICO, COMUNE DI TORINO, AMIAT E GIUNKO:
UNA PARTNERSHIP PER RECUPERARE FARMACI VALIDI IN UN CLIC
Torino, 15 aprile 2019 – Hai farmaci ancora in corso di validità che non ti servono più, ma non sai a chi donarli? La risposta, da oggi, arriva in un clic, grazie alla collaborazione tra Banco Farmaceutico Torino, Città di Torino, Amiat Gruppo Iren e Giunko, azienda che ha realizzato Junker.
 

Grazie alla partnership, è possibile utilizzare l’App Junker per trovare tutte le 101 farmacie che, nella Città di Torino, aderiscono al progetto Recupero Farmaci Validi non scaduti
In particolare, per trovare le 101 farmacie torinesi che aderiscono al servizio di recupero farmaci ancora validi, è sufficiente digitare la parola “farmaco” nel campo di ricerca e da qui in automatico si accede alla mappa con i punti di raccolta.

Questa funzione si aggiunge alla già attiva possibilità di ritrovare su mappa i punti di conferimento dei farmaci scaduti presso tutte le farmacie torinesi e gli ecocentri.
 
Recuperare i farmaci validi non scaduti è un gesto di grande civiltà e di grande valore economico: a Torino, nel corso del 2018 il progetto Recupero Farmaci Validi non Scaduti ha permesso di donare 39.023 farmaci (per un controvalore di 801.101 euro) agli enti convenzionati con l’Associazione Banco Farmaceutico Torino onlus.

 CHE COS’È IL RECUPERO FARMACI VALIDI?
Si tratta di un’iniziativa inaugurata nel 2013 dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus e, attualmente, presente in 15 città e provincie italiane. All’interno delle farmacie che aderiscono all’iniziativa, sono posizionati appositi contenitori di raccolta facilmente identificabili in cui ognuno, assistito dal farmacista che garantisce la correttezza dell’operazione, può donare i medicinali di cui non ha più bisogno. I farmaci donati sono consegnati agli enti assistenziali convenzionati con Banco Farmaceutico.

COSA DONARE
Possono essere recuperati farmaci non scaduti, con almeno 8 mesi di validità, correttamente conservati nella loro confezione primaria e secondaria originale integra.
COSA NON DONARE
Sono esclusi i farmaci che appartengono alle tabelle delle sostanze stupefacenti e psicotrope, farmaci da conservare in frigorifero e farmaci ospedalieri.
Queste sono solo alcune delle informazioni utili che Banco Farmaceutico Torino ha condiviso con gli sviluppatori dell’app Junker, uno strumento innovativo ed integrativo rispetto ai tradizionali canali di informazione sulla raccolta differenziata. L’obiettivo comune è quello di contrastare lo spreco dei farmaci ancora validi e favorire nello stesso l’incremento dei conferimenti di farmaci scaduti presso i diversi punti di raccolta della città.
«Junker nasce dalla volontà di aiutare i cittadini a differenziare correttamente e rapidamente anche i prodotti più difficili, come ad esempio i medicinali, e per contrastarne lo spreco. Ma risultati significativi possano essere ottenuti solo grazie al coinvolgimento attivo dei cittadini, che, nell’era delle applicazioni in mobilità, chiedono un servizio immediato e di facile utilizzo. In quest’ottica, la collaborazione con il Banco Farmaceutico Torino è particolarmente importante per una categoria di prodotti tra le più ricercate nel nostro database » sostiene Benedetta De Santisfondatrice di Giunko.

Informazioni su Junker:
web: http://www.junkerapp.it
mail: comunicazione@junkerapp.it
mobile: 328-2072739

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: