La “rete di reti” europea per l’economia circolare aumenta la sfida della transizione circolare

La Commissione europea e il Comitato economico e sociale europeo hanno ospitato la conferenza europea delle parti interessate del ciclo economico europeo 2019, tenutasi il 6 e 7 marzo a Bruxelles.

Più di 350 soggetti interessati all’economia circolare di tutta Europa hanno condiviso le loro storie di successo e le sfide che affrontano durante la seconda giornata della Conferenza delle parti interessate, organizzata dal Comitato economico e sociale europeo il 7 marzo 2019.

Cillian Lohan membro CESE ha invitato i partecipanti a riflettere su una questione chiave per lo sviluppo dell’economia circolare: ” chi guiderà il cambiamento? Dovrebbero essere i consumatori, gli imprenditori o i responsabili politici : chi dovrebbe essere il primo?” 

“Mentre tutti e tre hanno bisogno di giocare un ruolo paritario una volta implementata l’Economia Circolare , ha detto Lohan,” Direi che nel fare il cambiamento inizialela responsabilità non dovrebbe essere attribuita al consumatore. Si tratta di cambiamenti nelle pratiche di business, supportato da cambiamenti politici e le infrastrutture politica che effettivamente creare l’ambiente in cui i consumatori hanno le opzioni a prezzi accessibili e accessibili che permetteranno loro di fare circolari, scelte sostenibili “, ha sottolineato.

Il fumo fornisce un esempio di una massiccia il cambiamento del comportamento culturale causata da un cambiamento di politica : “non c’è mai stato un momento migliore per smettere di fumare di adesso, perché tutte le infrastrutture vi sostiene in questo “, ha sostenuto Lohan. 

Ladeja Godina Košir , presidente della Stakeholder europea economia circolare piattaforma, ha invitato i partecipanti a sfruttare al meglio la piattaforma come rete di supporto per aiutare a risolvere i problemi che incontrano nei loro progetti di economia circolare: ” Vogliamo essere la rete di reti per tutti . Non devi essere una star e festeggia il tuo successo – puoi condividere le tue preoccupazioni e i tuoi problemi: non abbiamo le risposte – quindi è importante porre le domande giuste e avere una comunità dove è permesso “. 

Joanna Drake , vicedirettore generale della DG Ambiente, ha sottolineato il ruolo cruciale del coinvolgimento delle parti interessate nelle iniziative per l’economia circolare della Commissione europea:“Parte del loro successo è focalizzata su un approccio dal basso verso l’alto che richiede sostegno e coinvolgimento con le parti interessate attraverso la cooperazione, le piattaforme, gli scambi di buone pratiche e gli approcci commerciali volontari”, ha affermato. “A gennaio, il World Economic Forum ha premiato la Commissione europea per la sua leadership globale in materia di economia circolare: sentiamo davvero che questo premio appartiene anche a tutti voi”.

 Le discussioni si sono divise in 8 workshop interattivi incentrati sui seguenti argomenti: 

·       Mappatura delle strategie circolari in Europa
·       Approfondimenti dei consumatori per l’economia circolare
·       Dimensione sociale dell’economia circolare
·       Città circolari per mitigazione dei cambiamenti climatici
·       Circolare appalti pubblici
·       Strumenti per la misurazione delle Transition Circolare
·       L’innovazione creativa per un’economia circolare
·       Borghi Bio-circolari per lo sviluppo rurale 

I partecipanti sono stati anche ispirati da un discorso di Circular Economy di Rieta Aliredjo, Presidente della Fondazione Stars-are-circular : ” sii curioso, consapevole, generoso e giocherellone” .

Presentazioni e foto sono ora online, mentre le relazioni con i risultati di ciascun workshop saranno pubblicate a breve sulla pagina della conferenza .

Condividere idee circolari.
https://circulareconomy.europa.eu/platform/en/node/1301/

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: