ECONOMIA CIRCOLARE 11% DELL’ OCCUPAZIONE AD AMSTERDAM E’ CIRCOLARE

Incominciare a mappare il lavoro e le competenze circolare. La città di Amsterdam produce il primo report che ne incomincia a definire una prima mappatura e scopre che l‘11% dell’occupazione è circolare ad Amsterdam.

 

DICEMBRE 2018 – Che cosa significa la transizione verso un’economia circolare per l’occupazione all’interno di una città? Oggi, Circle Economy lancia il rapporto “Lavori circolari e competenze nell’area metropolitana di Amsterdam”, la prima immersione profonda a livello mondiale per esplorare il carattere di posti di lavoro e competenze nell’economia circolare. Inoltre, fornisce azioni pratiche ai responsabili delle politiche urbane per potenziare lo sviluppo di una forza lavoro circolare e a prova di futuro. Il rapporto è stato prodotto da Circle Economy e Erasmus University di Rotterdam per la città di Amsterdam e Amsterdam Metropolitan Area.

L’11% dell’occupazione è circolare ad Amsterdam

140.000 posti di lavoro stanno facendo circolare l’economia circolare nell’area metropolitana di Amsterdam. Con l’11% dell’occupazione totale, questo è superiore alla media nazionale olandese del 9%. La forza lavoro della città eccelle nelle aree della progettazione circolare, del servizio di riparazione e dell’uso della tecnologia digitale per l’economia circolare.

Sollevare le basi sociali in una città circolare

Mentre le città mirano a muoversi verso la circolarità, la transizione metterà radicalmente a fuoco il tipo di lavoro che verrà svolto e le competenze necessarie per farlo. I posti di lavoro si sposteranno dall’estrazione e dall’industria manifatturiera verso settori di riparazione, rigenerazione, biobased e energie rinnovabili. Tuttavia, capire quali posti di lavoro e competenze sono richiesti in un’economia circolare offre alle città l’opportunità di riformare i propri programmi di istruzione e formazione. Ciò consente loro di sviluppare una forza lavoro inclusiva a prova di futuro che soddisfi i bisogni sociali fondamentali di tutti entro i confini naturali del nostro pianeta.

“Le intuizioni in materia di occupazione nell’economia circolare ci aiutano a sviluppare i giusti programmi di istruzione e formazione per orientare verso un mercato del lavoro inclusivo e circolare. In quanto tale, le città possono garantire opportunità di lavoro nell’economia circolare “

Marieke van Doorninck, vice sindaco Sviluppo territoriale e sostenibilità Amsterdam

 

I centri urbani sono punti di riferimento per l’occupazione circolare

Il rapporto mostra anche la distribuzione spaziale di diversi tipi di lavori circolari in tutta la regione. Mentre i lavori circolari relativi alla riparazione e al riciclaggio si trovano più spesso al di fuori del centro città, questa mappa rivela che il centro urbano di Amsterdam è un vivace hotspot di posti di lavoro in tecnologia circolare-design e digitale. La natura di questi posti di lavoro urbani mette in luce il ruolo abilitante svolto dai centri urbani nella transizione verso un’economia circolare dell’intera regione.  

La necessità di misurare l’occupazione nell’economia circolare nelle città

Sulla base delle lezioni apprese all’interno della città di Amsterdam, la raccomandazione principale del rapporto è che le città devono iniziare a misurare e mappare l’occupazione nelle loro città. Ciò li aiuterà a capire quali posti di lavoro contribuiscono all’economia circolare e quali lacune di competenze esistono, impedendo loro di fare il turno. Ciò darà ai politici l’opportunità di monitorare i progressi e monitorare l’efficacia della loro politica e fornire un approccio basato sui fatti per innalzare le basi sociali delle loro città all’interno dei nostri confini planetari.

FONTE: AMSTERDAM CIRCOLARE

La città di Amsterdam ha da tempo iniziato ad affrontare lo spostamento verso un economia circolare, monitorando vari tematiche e mappando quello che accade intorno a questo settore. Il loro lavoro ha prodotto  tre report di tre delle questioni chiave, che le città devono affrontare quando si spostano verso un’economia circolare.

1. Come avviare il viaggio circolare di una città? 
2. Quali strumenti politici possono effettivamente coinvolgere le imprese? 
3. Cosa significherà un’economia circolare per posti di lavoro e competenze? 

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: