UPCYCLING: LE CARTE ECOLOGICHE RICICLATE DI FAVINI

Shiro  Alga Carta, si occupa di alghe nocive:

La carta Shiro Alga Carta, brevettata da Favini negli anni ’90, è il pioniere della sua gamma di carte ecologiche di upcycling. Usa alghe provenienti dalla laguna di Venezia, la cui proliferazione metterebbe a rischio il fragile ecosistema della laguna.

Oggi questo concetto è stato esteso ad altre aree marine fragili, dando a Shiro Alga Carta il duplice vantaggio di utilizzare i rifiuti organici biodegradabili e di aiutare a liberare le acque dalle alghe proliferanti e nocive.

Eventuali emissioni inevitabili prodotte durante la produzione di Shiro Alga Carta sono totalmente compensate grazie all’acquisto di crediti di carbonio.

Risultati principali: 

Il concetto Shiro Alga Carta ha dimostrato di essere sia commercialmente valido che ecologico, in quanto ha sollevato la laguna di Venezia dalle dannose alghe. Tanto che oggi i processi di produzione di alghe simili provenienti da altri ambienti sono a rischio in tutto il mondo, come la Bretagna (Francia).

 

 

Remake, il tocco morbido della pelle nata da un processo di upcycling di residui in pelle:

La definizione del dizionario di ‘upcycling’ consiste nel riutilizzare oggetti o materiali scartati in modo tale da creare un prodotto di qualità o valore superiore rispetto all’origine.

Remake è l’aggiunta più recente alla gamma di carte ecologiche di alto livello di Favini, utilizzando fino al 25% del materiale di polpa dai residui di scarto del processo di produzione della pelle. Questo processo rivoluzionario ha vinto gli European Paper Recycling Awards.

Oltre al riconoscimento dell’ERPC, i marchi famosi apprezzano anche la qualità di Remake di Favini: Benetton Group , la nota azienda di abbigliamento italiana, ha scelto Remake per tutti i tag swing di United Colors of Benetton, in segno di apprezzamento per la loro campagna di sostenibilità;  Vivienne Westwood , l’icona della moda britannica, ha prodotto packaging esclusivo,

mentre per Louis Vuitton , il marchio di lusso francese, abbiamo creato la propria versione personale di Remake Sand utilizzando i propri sottoprodotti in pelle per realizzare eleganti borse per la spesa

Lanciata nel 2015, questa carta innovativa include anche il 40% di fibra riciclata certificata FSC post-consumo e solo il 35% di fibra certificata FSC vergine.

Il risultato è una carta preziosa, riciclabile e compostabile al 100%, che garantisce eccellenti prestazioni di stampa e conversione . I residui di pelle rimangono visibili sulla superficie dando un effetto tattile distintivo e sorprendentemente vellutato ed è adatto anche per i progetti creativi più esigenti.

Risultati principali: 

  • Le qualità estetiche e uniche di Remake si adattano perfettamente all’industria del lusso, riempiendo una nicchia di produzione sostenibile in imballaggi di lusso
  • Nel pieno rispetto dell’ambiente, Remake contiene il 40% dei rifiuti post-consumo
  • I sottoprodotti della pelle provengono da origine italiana tracciabile.
  • Remake è FSC e prodotto utilizzando EKOenergia, l’elettricità rinnovabile.

 

 

Crush, utilizza sottoprodotti dell’industria alimentare:

Crush, lanciata nel 2012, è il secondo prodotto della gamma di carte ecologiche up-bike di Favini. La sua produzione utilizza l’equivalente del 15% di carta vergine di cellulosa nei sottoprodotti dell’industria alimentare.

 

La carta comprende sottoprodotti di agrumi, uva, ciliegie, lavanda, mais, olive, caffè, kiwi, nocciole e mandorle.

Questi sarebbero altrimenti messi in discarica o bruciati, ma grazie al processo industriale, danno alla gamma Crush i suoi colori e consistenza distintivi, dimostrando che l’upcycling può stimolare la creatività.

Crush è una carta adatta a tutte le applicazioni, tra cui:

  • packaging di lusso,
  • opuscoli,
  • etichette di cancelleria,
  • carte e
  • etichette.

Sia il processo di produzione e il prodotto sono protetti da brevetto europeo.

Risultati principali: 

Crush contiene:

  • fino all’equivalente del 15% di polpa vergine in sottoprodotti dell’industria alimentare
  • 40% di carta riciclata post-consumo.

Ciò si traduce in una riduzione delle emissioni di CO 2 del 20%, con il resto neutralizzato attraverso l’acquisto di crediti di carbonio (EKOenergia).

Crush è anche certificato FSC e privo di OGM.

Fonte: https://circulareconomy.europa.eu

economia-circolare.info

 

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: