Monaco sviluppa un negozio di seconda mano per dare il via alla sua economia circolare locale

Halle 2 è un negozio municipale di seconda mano che combina l’economia circolare con l’idea di sostenere attivamente uno stile di vita sostenibile a Monaco. Con la vendita di beni raccolti nei 12 centri di riciclaggio di Monaco di Baviera, Halle 2 prolunga la vita utile di oggetti di uso quotidiano come dispositivi elettronici, biciclette e tessuti.

Basandosi su una solida partnership con istituzioni educative, organizzazioni no-profit e organizzazioni di volontariato, Halle 2 è anche un buon esempio di responsabilità sociale attiva. Offre qualificazione e formazione sulle prospettive di lavoro presso le imprese sociali per gruppi target specifici, come disoccupati giovani o di lungo periodo. Ma Halle 2 non è solo un negozio di seconda mano. Fornisce inoltre un banco di prova per lo sviluppo e la sperimentazione di nuovi metodi per aumentare il numero di articoli riutilizzati, contribuendo così a sensibilizzare la riduzione dei rifiuti e l’uso di oggetti usati.

Halle 2 è un buon esempio di un’ampia collaborazione tra soggetti molto diversi e gruppi di interesse di diversi settori. Portando un ampio spettro di conoscenze eccezionali, tutti gli attori hanno prodotto insieme un’offerta molto attraente per i cittadini.

 

L’utilizzo di un negozio di seconda mano come laboratorio di economia circolare per la città è stata una delle principali sfide affrontate durante il progetto Halle 2. Guidato dall’esperienza positiva della carta di Munich Waste Management Cooperation (AWM) e del ciclo di riciclaggio biologico, Monaco ha cercato un’idea innovativa per portare l’economia circolare nella vita quotidiana dei cittadini. Tuttavia, molti residenti percepivano ancora l’economia circolare come un concetto politico astratto senza alcuna implicazione per la vita reale. Ciò si è riflesso nella difficoltà di coordinare i diversi concetti di utilizzo proposti dalle parti interessate, offrendo allo stesso tempo un’offerta allettante per i clienti e gli utenti.

Offrire agli imprenditori sociali e implementare una gestione stabile della catena di approvvigionamento è stata un’altra difficoltà affrontata dal progetto. Poiché il riciclaggio di articoli è diventato un’attività redditizia per Halle 2, l’AWM ha dovuto sviluppare contratti con i partner coinvolti nel progetto. L’esempio dimostra il valore aggiunto del modello di economia circolare, in cui riutilizzare, condividere e cooperare sono opportunità concrete per generare posti di lavoro e crescita.

 

Risultati principali:

Halle 2 ha permesso alla città di Monaco di implementare tutti i pilastri di un’economia circolare di successo e sostenibile. In effetti, non solo è diventato una parte vitale delle attività di prevenzione dei rifiuti dell’AWM, ma ha anche consentito a Monaco di raggiungere i propri obiettivi strategici nel ridurre la quantità di rifiuti, promuovere il riutilizzo delle merci, migliorare i tassi di riciclaggio e rafforzare uno stile di vita sostenibile per i suoi cittadini .

Il modello di successo di Halle 2 è la cooperazione sistematica con le iniziative di Monaco, che arricchiscono l’orizzonte tematico del negozio di seconda mano. Halle 2 è diventato un marchio forte come negozio di seconda mano che facilita la cooperazione con le società sociali per rendere più visibili le loro attività. Viene utilizzato per campagne, aste, riparazioni caffè, campi di ricerca, attività di upcycling e altri eventi per promuovere le idee di riutilizzo e riciclaggio.

L’enorme successo del progetto può anche essere misurato utilizzando il numero di visitatori nel negozio e il numero di articoli riutilizzati. 3.500 persone al mese hanno visitato Halle 2 dall’inizio del 2017 e il progetto prevede che queste cifre aumentino fino a 6.000 persone al mese nel 2020. In termini di prodotti riciclati e riciclati, Halle 2 ha venduto quasi 15.000 articoli al mese con un fatturato stimato di € 50.000 al mese. L’ultima cifra è particolarmente rilevante e dimostra il valore dei beni e dei materiali riutilizzati e il potenziale che un modello circolare può offrire alla nostra economia.

Lezioni:

1. Sii sempre trasparente

Presentando alle persone come funziona l’economia circolare, le città possono riuscire a coinvolgere i cittadini, garantendo una proficua cooperazione. Monaco ha avuto successo con i circoli organici e cartacei e ora ha lo scopo di spiegare ai cittadini il cerchio del riutilizzo e dell’upciclo.

2. Attrarre diversi gruppi della società

Monaco ha cercato di attirare e collegare diversi gruppi della società per sostenere l’idea di prevenzione dei rifiuti e riutilizzo dei rifiuti. In effetti, Halle 2 è stato utilizzato come spazio per eventi culturali ed educativi, rendendo le persone indirettamente consapevoli dell’importanza dell’economia circolare.

3. Non essere un concorrente ma collaborare con le imprese

Monaco ha collaborato con gruppi esistenti, reti, organizzazioni senza scopo di lucro, progetti scolastici e imprese sociali, piuttosto che essere un concorrente sul mercato. In questo modo, Halle 2 ha offerto uno spazio per mostrare le proprie attività e ottenere maggiore visibilità.

4. Rendi il tuo progetto sostenibile

Monaco ha organizzato il progetto Halle 2 come centro di profitto, cercando di rendere il progetto sostenibile nel lungo periodo. In effetti, un modello di business che crea entrate è essenziale per garantire l’efficacia dei progetti che mirano a stimolare un modello di economia circolare.

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: