Oslo adotta un approccio integrato per trattare i rifiuti in bio-risorse circolari

Oslo possiede un impianto di biogas, trasformando i rifiuti alimentari in biogas, che viene utilizzato come combustibile da autobus e camion della raccolta rifiuti nella città. I biofertilizzanti vengono anche prodotti nello stabilimento e utilizzati dagli agricoltori per produrre cibo. Questa pianta è il più grande impianto di biogas in Norvegia con una capacità di 50.000 tonnellate di sostanze biologiche.

Oggi, i cittadini di Oslo hanno separato il 46% dei loro rifiuti alimentari in sacchi verdi. Allo stesso modo, le stazioni di riciclaggio della città hanno raccolto 15.300 tonnellate – 27 kg a persona – di rifiuti di giardino nello stesso anno. Questi rifiuti sono stati poi compostati e restituiti ai cittadini come terreno in modo che potessero usarli nei loro giardini.

Oslo mira a utilizzare le risorse biologiche del suo sistema di fognatura municipale inviando il fango agli agricoltori per le loro attività agricole. Per garantire contenuti di fango di alta qualità, Oslo lavora attivamente per ridurre l’afflusso di acque reflue contenenti microinquinanti nella rete fognaria municipale.

Le sfide

Cambiare i comportamenti dei cittadini rimane una sfida, in particolare separando correttamente i loro rifiuti domestici. La maggior parte dei rifiuti alimentari – il 64% – non è separata dalla fonte dai cittadini, il che significa che questi rifiuti finiscono nel flusso di rifiuti residui. A loro volta, i rifiuti indifferenziati possono essere utilizzati solo per scopi di recupero energetico.

La definizione nazionale di rifiuti domestici e commerciali rende difficile per i comuni norvegesi investire in infrastrutture per il trattamento dei rifiuti che potrebbero essere utilizzate da altri comuni o dall’industria privata. L’impianto di trattamento pubblico della città ha capacità inutilizzate e libere e la città non ha la capacità necessaria per il trattamento di diversi flussi di rifiuti come rifiuti alimentari, rifiuti residui e rifiuti pericolosi. Per questo motivo, l’impianto di biogas di Oslo non viene utilizzato per la sua piena capacità, il che si traduce in un costo più elevato per i cittadini.

Da quando nel 2012 Oslo ha iniziato a separare i rifiuti alimentari domestici e la plastica, le percentuali di recupero dei rifiuti domestici sono aumentate in modo significativo. Nel 2016, il 40% dei rifiuti domestici è stato riutilizzato o riciclato e solo il 3% è finito in discarica.

fertilizzanti liquidi utilizzati dagli agricoltori locali riducono la domanda di fertilizzanti minerali. Questo è utile perché produrre fertilizzanti sintetici comporta l’estrazione di risorse limitate come la roccia fosfatica.

Il compost e le qualità del suolo derivanti dai rifiuti del giardino di compostaggio sono molto popolari tra i cittadini e i giardinieri professionisti e riducono l’uso di altre risorse di suolo e compost basate sulla torba. Il successo della cerchia di rifiuti del giardino di Oslo ha ispirato la città a invitare i comuni limitrofi a sviluppare ulteriormente la produzione e la qualità dei diversi prodotti del suolo. Il successo ha anche influenzato altri produttori e rivenditori al fine di sostituire la torba nei prodotti del suolo.

Lezioni

È importante avere un buon dialogo con i futuri utenti nello sviluppo di nuovi prodotti dalle risorse di rifiuti. L’esperienza di Oslo è dipesa dall’avere un buon dialogo costante con gli agricoltori, i giardinieri professionisti e l’azienda di trasporti pubblici per produrre un prodotto che soddisfi importanti requisiti di qualità. Il dialogo è stato organizzato attraverso progetti di ricerca e sviluppo per produrre la giusta qualità, comprendere gli effetti dell’uso del fertilizzante e sviluppare linee guida per il suo utilizzo.

I cittadini conoscono il prodotto finale dei loro rifiuti e i processi che trasformano i rifiuti in nuovi prodotti, maggiori sono le probabilità di separare i loro rifiuti. La città ha fatto questo attraverso campagne di informazione e giornate aperte nei diversi impianti di selezione e trattamento. I cittadini consegnano rifiuti di giardino e acquistano i prodotti del suolo direttamente nelle stazioni di riciclaggio della città.

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: