Il Parlamento europeo approva il pacchetto sull’economia circolare

Il pacchetto sull’economia circolare è stato infine approvato il 18 aprile 2018 dal Parlamento europeo .
Per quanto riguarda i rifiuti urbani, sono stati inclusi i seguenti obiettivi:

Obiettivo di riciclaggio dei rifiuti municipali: 55% entro il 2025, 60% entro il 2030 e 65% entro il 2035

Obiettivo di riciclaggio dei rifiuti di imballaggio: 65% entro il 2025 e 70% entro il 2030

Non più del 10% della discarica entro il 2035

Sono stati inoltre fissati obiettivi specifici per i vari materiali di imballaggio:

  • 85% per carta e cartone,
  • 75% per vetro, 55% per plastica,
  • 80% per metalli ferrosi,
  • 60% per alluminio e 30% per legno.
  • Gli Stati membri devono istituire regimi di raccolta selettiva per diverse frazioni di rifiuti:
    Dovranno garantire che i rifiuti organici siano raccolti selettivamente o riciclati alla fonte entro il 31/12/2023;
    Entro il 01/01/2025 dovranno stabilire schemi di raccolta differenziata per i tessili e i rifiuti pericolosi delle famiglie.
  • Per quanto riguarda i sistemi EPR, sono stati stabiliti requisiti minimi generali per migliorare l’applicazione omogenea del regolamento EPR nei vari Stati membri.
    Inoltre, regole di calcolo più rigide per i tassi di riciclaggio miglioreranno il monitoraggio dei progressi verso l’economia circolare, rendendo i dati nazionali più comparabili e assicurando che i residui di smistamento non vengano segnalati come riciclati.
    Raccogliendo una banca dati esauriente di dati comparabili sulla gestione dei rifiuti, il progetto COLLETTORI intende proporre una panoramica delle prestazioni di riciclaggio locali che consentano l’identificazione di strategie efficaci che consentano di affrontare sfide specifiche, come l’alta densità o la lontananza.

Commenta il tuo parere per economia-circolare è importante... GRAZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: